energia pulita

Gli impianti di produzione Rimadesio sono interamente alimentati da energia solare, dal 2011 l’azienda ha raggiunto un importante obiettivo: zero emissioni di CO2.
Il nuovo anno si apre per Rimadesio con l'installazione dell’innovativo "storage" di batterie di accumulo al litio con una capacità di 100 kWh, che permette di utilizzare al meglio l'energia solare raccolta dagli impianti fotovoltaici, un ulteriore traguardo che segue l'installazione del terzo impianto fotovoltaico attivato nel 2016, che consente, con l'aggiunta dei nuovi 305,76 kWp, di portare la potenza totale sulle coperture dello stabilimento di Giussano a 1,3 MWp, capaci di generare annualmente 1,5 milioni di kWh totali e di evitare all’atmosfera, si stima, 800 tonnellate di CO2.

know-how

know-how

La lavorazione del vetro Rimadesio rappresenta un ambito in cui il know-how specifico dell’azienda, sviluppato attraverso un’esperienza di 60 anni, incontra le tecnologie più aggiornate, come le apparecchiature computerizzate di taglio al laser.
Una cultura produttiva che permette oggi a Rimadesio di interpretare questo materiale antichissimo in oltre 70 finiture differenti, fornendo risposte nuove alle esigenze abitative della vita contemporanea e soluzioni inedite per l’utilizzo quotidiano degli spazi.
Innovazione funzionale ed estetica esclusiva sono due qualità presenti in ogni proposta Rimadesio, due ambiti complementari di una ricerca che agli aspetti progettuali vuole coniugare l’attenzione per l’ambiente ed un concreto impegno ecologico.
Un esempio di questa ricerca è il sistema per la zona giorno Abacus living, composto al 65% da vetro e alluminio, materiali totalmente riciclabili. I vetri laccati Ecolorsystem sono inoltre realizzati utilizzando vernici all’acqua di nuova generazione, non inquinanti e con processi di lavorazione a ridotto consumo energetico.

innovazione

innovazione

Ogni prodotto Rimadesio è il risultato di un processo di industrializzazione complesso, che ne garantisce la più ampia affidabilità nel tempo.
Coniugare produzione industriale e soluzioni funzionali inedite è una costante del metodo aziendale: Rimadesio ha introdotto per prima, all’inizio degli anni 90, i controtelai telescopici per le porte, in grado di annullare le differenze di spessore fra le pareti.
Analogamente, il progetto Siparium, prodotto nel 1992, rappresenta il primo sistema di porte scorrevoli per la casa in vetro e alluminio realizzato sempre su misura.
Una ricerca che investe ogni ambito: funzionale ed estetico. Un esempio è la libreria Zenit, privo di montanti verticali preforati che consente di posizionare liberamente i componenti.
Ogni nuova proposta Rimadesio apre possibilità inedite per l’interior design, stabilendo un ulteriore standard qualitativo: dal progetto dei binari di scorrimento che garantiscono movimenti leggeri e calibrati, alla porta Vela dotata di sistema di chiusura magnetica che non necessita di serratura.

Ecolorsystem

vetri riflettenti

Ecolorsystem è la denominazione che contraddistingue l’esclusiva collezione di vetri laccati Rimadesio. Colori ecologici perchè prodotti interamente all’interno dell’azienda, utilizzando materiali e tecnologie ecocompatibili.
Le vernici all’acqua di nuova generazione, non inquinanti, rappresentano il fulcro del progetto: consentono infatti la cottura dei vetri a 110° C, riducendo così di oltre il 30% il consumo di energia elettrica. L’impianto di verniciatura è inoltre dotato di un sistema di filtri che assicura il pieno recupero e riutilizzo dell’acqua nel processo di lavorazione.
I vetri Ecolorsystem garantiscono una resistenza alla corrosione conforme alla norma UNI EN ISO 9227 e una resistenza agli sbalzi di temperatura conforme alla norma UNI 9429.
La collezione Ecolorystem comprende 36 tinte in finitura lucida e 38 in finitura opaca, a cui si aggiungono 5 tinte nell’esclusiva finitura reflex, con effetto metallizzato riflettente.

imballi ecologici

imballi ecologici

Rimadesio utilizza esclusivamente imballi riciclabili, prodotti all’interno dell’azienda, conformi al D.lgs 22/97, che recepisce la Direttiva Europea 94/62/CE.
Le parti strutturali dell’imballo, precedentemente in legno, sono state sostituite da angolari e profili a U realizzati interamente in cartone microonda: una soluzione all’avanguardia, che sfrutta un materiale riciclabile al 100% e garantisce la massima protezione del contenuto durante il trasporto, risolvendo al tempo stesso le notevoli problematiche legate allo smaltimento dei vecchi telai di legno.
Il film trasparente di protezione delle superfici è composto da polimeri vergini di alta qualità, che non rilasciano solventi o sostanze pericolose durante la combustione e sono pertanto riciclabili al 100%.
Le scatole vengono prodotte all’interno dell’azienda, sfruttando un impianto a modulo continuo che confeziona, su misura e just in time, soltanto il quantitativo giornaliero effettivamente necessario.

top