Bonus mobili 2018

Con la Legge di Stabilità è stata prorogata per tutto il 2018 e senza modifiche l’agevolazione fiscale relativa all’acquisto di mobili, arredi ed elettrodomestici nuovi, cosiddetto Bonus Mobili.
Il Bonus rimane quindi pari al 50% del prezzo di acquisto, con un tetto di spesa massimo pari a euro 10.000, e si potrà chiedere per le spese destinate ad unità immobiliari già soggette ad interventi di ristrutturazione edilizia, a patto che i lavori siano iniziati a partire almeno dal 1° gennaio 2017. La detrazione Irpef viene ripartita su dieci anni in quote costanti.
Per avere un quadro completo della normativa è scaricabile la Guida predisposta dall’Agenzia delle Entrate.

Dimensione: 0.32 MB.
Anno: 2018.

Ristrutturazioni edilizie 2018

La Legge di Stabilità ha prorogato fino al 31 dicembre 2018 e con le medesime modalità in vigore per il 2017 le detrazioni fiscali sull’imponibile IRPEF, destinate quindi solo alle persone fisiche, previste in caso di Ristrutturazioni Edilizie. Sarà dunque ancora possibile detrarre il 50% della cifra sostenuta per gli interventi su immobili residenziali, fino ad un massimo di 96.000 euro di spesa. Il rimborso avverrà in 10 anni.

In attesa dell’aggiornamento della Guida dell’Agenzia dell’Entrate, si può qui scaricare la versione 2017, comunque attuale ed esaustiva.

Dimensione: 4.14 MB.
Anno: 2018.

Super ammortamento

Nella nuova Legge di Bilancio il Governo ha confermato il cosiddetto Superammortamento, la possibilità cioè per aziende, artigiani e professionisti di maggiorare, ai soli fini fiscali, gli investimenti in beni strumentali nuovi, con evidenti benefici fiscali. La percentuale di incremento prevista per il 2018 è pari al 30% della spesa. Ricordiamo che fra i Beni Strumentali acquistati entro il 31.12.2018, ovvero entro il 30.06.2019 se confermati entro fine anno, rientrano anche i Mobili e gli Arredi per l’Ufficio: l’agevolazione può essere dunque paragonata ad una sorta di Bonus Mobili per imprese e professionisti.
Per approfondimenti sulla normativa è qui scaricabile la Circolare dell'Agenzia dell'Entrate n. 23 del maggio 2016, in attesa che l'Ente emetta un documento aggiornato

Dimensione: 0.7 MB.
Anno: 2018.

Bonus ristrutturazione strutture alberghiere, Agriturismi e Strutture Termali

Il Bonus Alberghi e Agriturismi, l’agevolazione fiscale che ha lo scopo di rilanciare la competitività di strutture alberghiere e agriturismi nazionali attraverso il sostegno agli investimenti produttivi, è stato rinnovato anche per il 2018. Le legge di Bilancio ha dunque confermato il Credito di Imposta del 65% delle spese sostenute da strutture alberghiere e agriturismi per: ristrutturazione edilizia, eliminazione delle barriere architettoniche, miglioramento dell’efficienza energetica e l’acquisto di mobili e componenti d’arredo. Il limite di spesa massima su cui calcolare la percentuale di detrazione rimane stabilita a 200 mila euro. Le imprese turistiche interessate ad ottenere il bonus alberghi 2018 dovranno presentare un'apposita domanda per il riconoscimento del credito d’imposta al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.
Per effetto di una importante novità contenuta nella legge di Bilancio, nel 2018 anche gli stabilimenti termali possono accedere al bonus alberghi, il credito d’imposta del 65% per la riqualificazione delle strutture ricettive turistico alberghiere sopra descritto. Per tali soggetti l’agevolazione può essere fruita anche in relazione alle spese sostenute per la realizzazione di piscine termali, per l’investimento in apparecchiature necessarie nello svolgimento delle relative attività e  per l’acquisto di mobili e arredi come da disposizioni ministeriali qui scaricabili.

Dimensione: 11.41 MB.
Anno: 2018.

top